Questo sito è dedicato alla mia passione per la letteratura americana contemporanea.
La lettera "k" nel titolo non ha nessuna connotazione negativa: è il solo dominio che ho trovato libero! :-)
indice alfabetico degli autori

A B C D
E F G H
I J K L
M N O P
Q R S T
U V W X
Y Z Home

no spoiler
NO SPOILERS:
Le recensioni su questo sito NON rivelano la trama dei libri recensiti


Il curatore di questo sito non ha nessuna qualifica o titolo in campo letterario. Le recensioni pubblicate vanno pertanto intese come semplici opinioni personali.


Richard Ford

Richard Ford Jackson, Mississippi (USA)
16 febbraio 1944





I libri che ho letto:

L'estrema fortuna
(The Ultimate Good Luck - 1981)
Ho conosciuto l'opera di Richard Ford attraverso i suoi racconti prima e il suo romanzo "Sportswriter" poi, innamorandomi subito della sua prosa affascinante, capace di infondere lirismo anche negli aspetti più banali della vita quotidiana. Così sto provvedendo a recuperare e leggere tutte le opere dell'autore tradotte e pubblicate in lingua italiana.
Questo "L'estrema fortuna" mi è parso però abbastanza diverso dagli altri libri di Ford che ho già avuto modo di apprezzare e nei quali non accade poi molto, nel senso che gli avvenimenti di un certo rilievo sono distribuiti con estrema parsimonia lungo una trama solitamente introspettiva.
"L'estrema fortuna" è invece quasi una storia d'azione, al confronto con le altre opere di Ford, e la trama risulta piuttosto avventurosa e dal ritmo incalzante, pur non mancando di quelle vivide descrizioni e di quelle originali elucubrazioni che hanno fatto la fortuna dell'autore consentendogli di vincere numerosi premi prestigiosi con le sue successive produzioni.
L'atmosfera in cui si dipana la trama è piuttosto opprimente e al lettore viene spontaneo domandarsi se il Messico, in cui è ambientata la storia, sia davvero un posto tanto pericoloso (o lo fosse quando il libro è stato scritto, nei primi anni '80) oppure se tali condizioni siano state volutamente estremizzate per una migliore rappresentazione delle vicende narrate.
Vista la non eccessiva lunghezza e la trama coinvolgente "L'estrema fortuna" potrebbe risultare un buon punto di partenza per chi volesse "scoprire" l'opera di Richard Ford senza cimentarsi subito con le sue produzioni più minimaliste che potrebbero risultare un pò pesanti a taluni lettori.



Sportswriter
(The Sportswriter - 1986)
*recensione non ancora pubblicata*



Rock Springs
(Rock Springs - 1987)
*recensione non ancora pubblicata*



Incendi
(Wildlife - 1990)
*recensione non ancora pubblicata*



Il giorno dell'indipendenza
(Independence Day - 1995)
*recensione non ancora pubblicata*



Donne e uomini
(Women with Men: Three Stories - 1997)
*recensione non ancora pubblicata*



Infiniti peccati
(A Multitude of Sins - 2002)
*recensione non ancora pubblicata*



Lo stato delle cose
(The Lay of the Land - 2006)
*recensione non ancora pubblicata*

© 2015 Paolo Tortora - amerikana.it - vietata la riproduzione senza consenso
Tutti i diritti sui titoli e le opere citate appartengono ai rispettivi autori