Questo sito è dedicato alla mia passione per la letteratura americana contemporanea.
La lettera "k" nel titolo non ha nessuna connotazione negativa: è il solo dominio che ho trovato libero! :-)
indice alfabetico degli autori

A B C D
E F G H
I J K L
M N O P
Q R S T
U V W X
Y Z Home

no spoiler
NO SPOILERS:
Le recensioni su questo sito NON rivelano la trama dei libri recensiti


Il curatore di questo sito non ha nessuna qualifica o titolo in campo letterario. Le recensioni pubblicate vanno pertanto intese come semplici opinioni personali.


Robert A. Heinlein

Nome Cognome Butler, Missouri (USA)
7 luglio 1907

Carmel, California (USA)
8 maggio 1988




I libri che ho letto:

Stella variabile
(Variable Star - 2006)
Questa recensione non dovrebbe nemmeno trovarsi qui perchè l'autore effettivo di questo romanzo non è Heinlein, bensi Spider Robinson, ma dal momento che il nome di Heinlein viene sfruttato per promuovere "Stella variabile" come una sua "idea" e che il libro salta fuori quando cercate i libri del famoso autore su qualunque sito di e-commerce, mi sento legittimato a includerla in questo contesto, tanto più che io ho acquistato il libro proprio perchè "ingannato" da tale escamotage.
Non me ne vogliano gli appassionati di fantascienza ma dico subito che "Stella variabile" è "solo" un discreto romanzo di fantascienza, laddove il ben più noto "Starship Troopers" di Heinlein rappresenta invece una ben più complessa opera narrativa con interessanti spunti sociopolitici, ed è stata proprio tale complessità ed originalità a spingermi a cercare altre opere dell'autore, incappando invece in questa operazione commerciale.
Ho trovato "Stella variabile" moderatamente divertente all'inizio ma poi è subentrata una crescente noia che mi ha indotto a saltare interi capoversi per cercare di giungere alla sua conclusione venendo a patti con la spiacevole sensazione di star sprecando del tempo che avrei potuto impiegare in ben altre letture. A infastidirmi particolarmente è stato poi un finale che definirei raffazzonato. E' chiaro che Robinson è uno di quegli scrittori di fantascienza che vanta una discreta preparazione tecnica e scientifica, visto che non perde occasione per sfoggiarla nel corso della narrazione; ma allora sarebbe stato lecito attendersi una conclusione coerente con tale credibilità scientifica mentre invece l'autore si inventa una serie di assurdità che non si spreca neanche a cercare di spiegare pseudo-scientificamente, con la facile scusa che sono troppo complesse per essere comprese.



Starship Troopers
(Starship Troopers - 1959)
*recensione non ancora pubblicata*

© 2015 Paolo Tortora - amerikana.it - vietata la riproduzione senza consenso
Tutti i diritti sui titoli e le opere citate appartengono ai rispettivi autori