Questo sito è dedicato alla mia passione per la letteratura americana contemporanea.
La lettera "k" nel titolo non ha nessuna connotazione negativa: è il solo dominio che ho trovato libero! :-)
indice alfabetico degli autori

A B C D
E F G H
I J K L
M N O P
Q R S T
U V W X
Y Z Home

no spoiler
NO SPOILERS:
Le recensioni su questo sito NON rivelano la trama dei libri recensiti
Il curatore di questo sito non ha nessuna qualifica o titolo in campo letterario. Le recensioni pubblicate vanno pertanto intese come semplici opinioni personali.


David Jackson*

David Jackson Luogo di nascita?
Data nascita?


* Sebbene David Jackson sia un cittadino inglese, viene incluso in questa rassegna di autori americani perchè l'ambientazione dei romanzi recensiti è americana.


I libri che ho letto:

Alta Velocità
(Pariah - 2011)
Più che un vero romanzo thriller, questo "Alta velocitā" di David Jackson sembra quasi un manuale pratico su tutto ciò che NON si dovrebbe scrivere in un thriller. So che questo mio giudizio sembrerà eccessivamente lapidario, ma vi garantisco che ho provato a leggerlo con tutta l'apertura mentale possibile prima di abbandonarlo, anche se ero ormai giunto a metà. Ma (e qui per una volta verrò meno al mio proponimento di non "spoilerare" mai, perchè si tratta di un evento non fondamentale ai fini della trama) quando il protagonista estrae la sua Glock in un bar pieno di poliziotti solo per puntarla alla testa del barista obbligandolo a servirlo e senza venir abbattuto in due secondi netti (cosa che avverrebbe senza dubbio nella realtà) proprio non ce l'ho più fatta a continuare a bermi questa interminabile sequenza di sciocchezze sensazionalistiche e del tutto inverosimili che l'autore ha saputo spacciare per un romanzo.
Il tono della narrazione e dei dialoghi sembra preso brutalmente dai romanzi hard boiled degli anni '40 o dai film western, e risulta del tutto inadeguato a quello che vorrebbe essere un thriller moderno. Molte frasi a effetto, intrise di testosterone e di machismo di bassa lega, non riescono a non risultare comiche per il lettore smaliziato. Lo stesso fulcro della trama, ovvero il solito cattivone che vuole vendicarsi del protagonista, è imperdonabilmente banale e puerile. Quante volte avete sentito, nella realtà, di crimini commessi da un soggetto che volesse vendicarsi nei confronti di un agente di polizia?
In definitiva, non riesco proprio a salvar nulla di quuesto "Alta velocitā" e credo proprio che non toccherò più un altro libro di David Jackson. Carta, soldi e tempo (del lettore) buttati.


© 2019 Paolo Tortora - amerikana.it - vietata la riproduzione senza consenso
Tutti i diritti sui titoli e le opere citate appartengono ai rispettivi autori