Questo sito è dedicato alla mia passione per la letteratura americana contemporanea.
La lettera "k" nel titolo non ha nessuna connotazione negativa: è il solo dominio che ho trovato libero! :-)
indice alfabetico degli autori

A B C D
E F G H
I J K L
M N O P
Q R S T
U V W X
Y Z Home

no spoiler
NO SPOILERS:
Le recensioni su questo sito NON rivelano la trama dei libri recensiti
Il curatore di questo sito non ha nessuna qualifica o titolo in campo letterario. Le recensioni pubblicate vanno pertanto intese come semplici opinioni personali.


Jason Starr

Jason Starr New York, New York (USA)
22 novembre 1966





I libri che ho letto:

Niente di personale
(Nothing personal - 1998)
Primo libro di Jason Starr che mi è capitato di leggere, "Niente di personale" è un thriller originale e brillante, dal ritmo incalzante che, per abusare di un luogo comune, inchioda il lettore alle sue pagine.
Niente a che vedere con gli osannati (e sopravvalutati, a mio avviso) "maestri" del genere, che sfornano continuamente bestseller inverosimili e ingarbugliati: lo stile di Starr è tagliente e ironico e la trama del romanzo appare solida e lineare, nella sua ineluttabilità. Il cinismo dei protagonisti è tristemente plausibile ed è difficile identificare vittime innocenti (salvo eccezioni), perchè ciascuno è teso a soddisfare le proprie impellenti esigenze ed a risolvere i propri guai nel modo piè indolore che la sorte gli offre.
Sono molti gli autori che hanno saputo rendere uno spaccato efficace del sottobosco di miseria umana in cui si producono gli atti criminali, ma Starr mi è parso uno dei pochi capace di trasmettere il grottesco candore di una morale flessibile, condizionata dal vizio e dalla necessità, riuscendo anche a mostrarne il lato comico.
Non esito a consigliare la lettura di "Niente di personale" e mi ripropongo di leggere presto altre opere di Jason Starr.


© 2018 Paolo Tortora - amerikana.it - vietata la riproduzione senza consenso
Tutti i diritti sui titoli e le opere citate appartengono ai rispettivi autori